Piemonte in Camper: luoghi e itinerari tra le province piemontesi

Roero, castello di Govone e colline in primavera, Piemonte

Roero, Piemonte - Castello di Govone e colline in primavera


Il Piemonte ha molto da offrire ai viaggiatori per una vacanza in camper, caravan o tenda.

Se siete alla ricerca di qualche itinerario per immergervi nel verde della natura, praticare escursioni e scoprire luoghi insoliti, non rimarrete delusi. Il territorio piemontese offre splendidi paesaggi dove si incontrano montagne che sembrano cartoline, borghi e castelli medievali, ville reali e città ottocentesche, dolci colline e laghetti balneabili. È una terra ricca di storia, tradizioni gastronomiche e cultura, e non mancano le sagre, le cantine e gli agriturismi dove assaporare i prodotti tipici.

Sono molti gli itinerari che si possono scegliere nelle province piemontesi. Vediamo quali sono i luoghi che possiamo visitare in una vacanza o un weekend fuori porta, partendo con il camper o la caravan.

La Morra, le langhe piemontesi

La Morra, Langhe piemontesi - Foto di nirolfix via Pixabay


Langhe, Roero e Monferrato in camper

Non c'è nulla di più romantico e rilassante di partire per un viaggio in camper percorrendo i paesaggi delle Langhe, Roero e Monferrato. Questo territorio, compreso fra le province di Cuneo, Asti e Alessandria, ha ottenuto il riconoscimento di patrimonio mondiale dell'umanità dall'UNESCO, per la particolarità dei suoi paesaggi ma anche per la varietà dei prodotti gastronomici e la qualità dei vini.

Il paesaggio è dolce e rilassante: colline ricoperte da vigneti, piccoli borghi con chiesette e castelli medievali, agriturismi rinomati e cantine secolari. Un territorio di meravigliosa bellezza, ideale per una vacanza in camper con tutta la famiglia.

Il periodo migliore per visitare la zona delle Langhe, Roero e Monferrato è l'autunno, tra settembre e novembre, quando le campagne sono punteggiate di rosso e giallo, e hanno luogo le sagre e gli eventi enogastronomici dedicati ai prodotti tipici locali.

La zona delle Langhe è decisamente camper friendly e non è difficile trovare aree sosta attrezzate, campeggi ben tenuti e parcheggi gratuiti.

Colline e vitigni nelle Langhe - visitare le Langhe in camper

Paesaggio delle Langhe - Foto di Cristian Giordano via Unsplash


Cosa vedere nelle Langhe

I paesi delle Langhe sono tra i più belli e caratteristici del Piemonte, vale la pena di vederli almeno una volta nella vita. Sono perfetti per un viaggio in camper, che duri un weekend o anche una settimana: la varietà non manca e se ci si organizza nel periodo giusto, si può anche fare tappa a qualche sagra dedicata ai prodotti tipici, come il tartufo bianco d'Alba, le castagne, i vini come il Dolcetto, il Nebbiolo, il Barolo, e molto altro.

Le langhe sono rinomate non solo per il buon cibo e il vino, ma anche per gli splendidi paesaggi che offre la natura, i borghi e i castelli medievali, l'arte e la cultura. Tra le città, le più conosciute e che valgono una visita troviamo Alba, patria del tartufo; Asti, conosciuta per gli spumanti pregiati; Barolo, dove si trova l'affascinante castello Faletti e si produce il noto vino; Bergolo, un paese tutto costruito in pietra.

Possiamo trovare numerosi castelli e forti antichi nelle Langhe. Merita una visita il castello di Grinzane Cavour, un sito di interesse storico perché vi dimorò Camillo Benso Conte di Cavour. Oggi è la sede del Museo delle Langhe, ed offre un percorso tra le tradizioni e i prodotti regionali, con all'interno anche un'enoteca e un ristorante stellato.

Per chi ama le escursioni, gli itinerari non mancano: ci sono numerosi percorsi che si diramano tra le colline e i vigneti, dove rilassarsi nell'armonia della natura. Negli ultimi anni sono sati creati anche dei percorsi di Wine Trekking, che uniscono il benessere della passeggiata al piacere della degustazione di vini e specialità tipiche.

Roero, panorama di Govone - sullo sfondo il castello reale di Govone

Roero, panorama di Govone (sullo sfondo il Castello Reale di Govone)


Escursioni nel Roero

Proseguendo a nord delle Langhe, al di là del fiume Tanaro, si sviluppa il territorio del Roero. Siamo in provincia di Cuneo, tra Asti e Torino. Qui il paesaggio cambia, le morbide colline verdeggianti lasciano spazio a fitti boschi, frutteti di castagni e noccioli, che si alternano alle tipiche distese di vigneti.

Il paesaggio è più montano, caratterizzato da rocche, burroni, dirupi, aspre pareti rocciose che spuntano tra la fitta vegetazione. Un'interessante escursione è il Grande sentiero del Roero, che parte dalla zona di Bra e arriva fino a Cisterna d'Asti, passando per le rocche di Pocapaglia e il Castello di Govone.

Il Castello reale di Govone merita sicuramente una tappa. L'ex-residenza sabauda domina la vallata con il fascino delle sue forme barocche, e offre una piacevole visita (anche guidata) tra gli affreschi spettacolari, le statue ornamentali e il giardino Settecentesco dove fioriscono rose e tulipani rari.

Colline del Monferrato, Piemonte

Colline del Monferrato, Piemonte


Un giro in bici nel Monferrato

Per gli amanti della bicicletta, il Monferrato è il posto giusto. Alessandria a Casale Monferrato sono collegate da un percorso interamente ciclabile, che si presta ad escursioni interessanti.

La pista ciclabile Greenway Due Cittadelle è un percorso in prevalenza pianeggiante e adatto a tutta la famiglia, attraversa 6 comuni e ben segnalato con cartelli e indicazioni, comprende tappe dove rifornirsi di acqua e segnalazioni dei luoghi di interesse. Nei giorni feriali è possibile tornare grazie al servizio treno + bici.

Cinque Laghi: Lago Sirio e Castello di San Giuseppe

Lago Sirio e Castello di San Giuseppe



Itinerari ed escursioni in provincia di Torino

Anche nei dintorni di Torino si trovano molti luoghi interessanti da vedere, dove poter fare delle piacevoli escursioni in giornata o un weekend fuori porta.


I Cinque laghi

Vicino ad Ivrea e sulla strada per Aosta, si trova la zona dei “Cinque Laghi”. C'è un vero e proprio circuito di sentieri e percorsi trekking, che si snoda attorno a questi laghetti e i boschi circostanti e permette di raggiungere tutti i laghi morenici della zona, scoprendo una natura dalla bellezza ancestrale, incontaminata e meravigliosa.

L'Anello dei Cinque Laghi comprende il più conosciuto Lago Sirio, il Lago Nero, il Lago Pistono, il Lago di Campagna, e il quinto lago morenico della zona sarebbe il Lago Coniglio, non visibile perché è oramai prosciugato e ricoperto da uno strato di torba che costituisce il terreno dove cresce la vegetazione attuale.


Le Terre Ballerine

Non lontano da Ivrea e nei pressi del bosco di Montalto Dora, si trovano le Terre Ballerine. è una zona particolare, dove il terreno è morbido ed elastico e le piante sembrano danzare: saltandoci sopra si “rimbalza”. Questo effetto dipende dagli alberi che con le loro folte radici, hanno modificato la struttura geologica della zona dando al terreno questa elasticità.

Il territorio si sviluppa sopra un lago esaurito, la presenza di acqua nel sottosuolo e di vegetazione nello strato soprastante, rende il terreno elastico, quasi gommoso, in modo simile ad un materasso, e crea uno spettacolo curioso. Infatti, saltando o ballando su questo terreno si possono vedere gli alberi, anche di alto fusto, ondeggiare attorno a noi. Da qui proviene il nome “Terre Ballerine”.

Parco dei laghi di Avigliana: Lago Grande e Lago Piccolo

Parco dei laghi di Avigliana: Lago Grande e Lago Piccolo


I Laghi di Avigliana

Nella bassa Val Susa, circa 20 km da Torino, si può fare un'escursione ad Avigliana e ai suoi due laghi. Avigliana è una cittadina medievale piacevole e tranquilla, che ben si presta ad una visita in giornata. Da lì si può raggiungere facilmente la famosa Sacra di San Michele, un'abbazia antichissima costruita sulla cima del monte Pirchiriano, che è possibile visitare approfittando anche di un pratico servizio navetta. La Sacra è il simbolo del Piemonte e dalla sua vetta si può ammirare un panorama mozzafiato sulla Val Susa.

Nelle vicinanze si trova anche il Parco Naturale dei Laghi di Avigliana, che comprende il lago Grande e il lago Piccolo, due laghetti quasi adiacenti, collegati da una passeggiata. Il Lago grande è balneabile e può essere la tappa per una bella escursione da fare in estate. Il Parco Naturale che lo circonda offre una grande varietà di specie vegetali e animali da poter scoprire e ammirare. All'interno vi si trovano numerosi sentieri adatti ad escursioni e passeggiate, che si aprono su panorami meravigliosi in cui la natura si integra con la vita quotidiana degli abitanti locali in modo armonioso.

Vista sul Monte Mottarone

Vista sul Monte Mottarone - Foto via Mottarone.it


In provincia di Verbano: il Monte Mottarone

Tra il Lago Maggiore e il Lago d'Orta svetta il Monte Mottarone, una cima di 1491 m d'altezza da cui si può ammirare lo splendido paesaggio dell'Appennino Ligure, delle Alpi Marittime e della Pianura Padana. Situato tra le province di Verbano e Novara, la zona del Monte Mottarone è raggiungibile con il treno (stazioni di Stresa e di Baveno) o in auto / camper, con l'autostrada A26.

È una meta ideale per gli amanti del trekking e dello sport outdoor: vi si trovano numerosi sentieri di interesse storico e paesaggistico per fare lunghe e rilassanti passeggiate immerse nella natura, che costeggiano la cima rocciosa e attraversano boschi secolari di pini, abeti, larici, faggi, castagni.

La cima del monte è raggiungibile con la funivia Stresa-Alpino-Mottarone, che in soli 20 minuti collega il centro di Stresa sul Lago Maggiore alla vetta. In alternativa si può salire con il proprio mezzo percorrendo la strada carraia da Armeno (gratuita), o la strada Borromea, più breve e in buono stato ma a pagamento. È possibile anche salire a piedi seguendo il percorso che parte da Stresa, lungo circa 14 km con 1300 m di dislivello, della durata di 5 ore.

Sulla vetta più alta del Monte Mottarone si può provare l'esperienza del bob con Alpyland, la slittovia con una pista su rotaia di 1200 m, da percorrere con lo slittino controllando la velocità in autonomia. Un'ottima idea per chi vuole trascorrere una giornata divertente con i bambini.

Lago d'Orta, Piemonte

Lago d'Orta - Foto di Steffen Zimmermann via Pixabay


Tra Verbano e Novara: Omegna e Lago d'Orta

Poco distante dal lago Maggiore troviamo il Lago d'Orta, un piccolo laghetto balneabile dalle acque cristalline, fuori dai soliti itinerari turistici, circondato da una natura rigogliosa, antichi borghi e costeggiato da dolci pendii.

Il lago è situato a cavallo tra le province piemontesi di Verbano e Novara, dista 135 km da Torino e 70 da Milano. Si può raggiungere in camper percorrendo l'autostrada A26 fino all'uscita Borgomanero, poi proseguendo sulla SR 229, in direzione Gozzano e lago d'Orta.

Sulla punta nord del lago si affaccia Omegna, cittadina medievale dove si incontrano tradizione e innovazione. Rinomata per la produzione industriale nel ramo dei casalinghi (qui furono inventate la moka express e la pentola a pressione), vanta un centro storico antico e affascinante, con palazzi variopinti, decorazioni in pietra e stucco, cancelli in ferro battuto. I punti di interesse sono il Quartiere Vaticano, la Collegiata di S.Ambrogio fondata nel X secolo, la Chiesa di San Gaudenzio di origine romanica, il Parco della Fantasia dedicato a Gianni Rodari, dove i bambini possono divertirsi con giochi fantasiosi. L'area sosta camper si trova a ridosso del centro storico.

Lago d'Orta, Isola di San Giulio

Lago d'Orta, Isola di San Giulio - Foto di Fabio Valeggia da Pixabay


Proseguendo sulla sponda orientale del lago troviamo Orto San Giulio, un borgo medievale che si arrampica su per la collina con vicoletti, scale e scalette, offrendo scorci incantevoli e dall'atmosfera romantica. Dalla piazza centrale affacciata sul lago, è possibile prendere il battello e fare un'escursione sull'isola di fronte, Isola San Giulio. Lì si può fare una passeggiata lungo tutte le coste e godere di una meravigliosa vista panoramica.

In camper si può percorrere il lago d'Orta lungo tutte le coste; è un itinerario sicuramente apprezzabile per chi desidera rilassarsi in mezzo alla natura e lontano dal caos, scoprire luoghi affascinanti e poco turistici.

Sestriere, Via Lattea

Vista di Sestriere, Via Lattea


Sestriere in camper

Sestriere è una nota località sciistica situata tra la Val Chisone e la Valle di Susa. Conosciuta soprattutto per gli sport invernali, è la meta ideale per chi ama le vacanze sulla neve, ma si rivela un luogo piacevole anche per trascorrere le vacanze estive in tranquillità.

Si trova a circa un'ora di auto da Torino e si raggiunge facilmente con ogni mezzo. È il comune più alto di tutta l'Italia e di conseguenza, le temperature sono piuttosto rigide durante tutto l'anno.

Sestriere gode di un paesaggio meraviglioso fatto di vette innevate, ma anche boschi, prati, ruscelli. È il punto di riferimento per gli amanti dello sci e degli sport invernali in generale, infatti qui si possono praticare le più svariate attività: sci alpinismo, sci di fondo, pattinaggio su ghiaccio, ciaspolate, trekking, escursioni in motoslitta e mountain bike. Il maggior vanto è la pista illuminata Giovanni Alberto Agnelli, che rende possibili le sciate in notturna.

Anche in estate Sestriere si rivela un luogo piacevole per immergersi nella natura e fare qualche escursione. Un'idea può essere quella di fare un picnic sul lago Losetta, facilissimo da raggiungere, o un'escursione tra le malghe della Valle Argentera. Per i bambini, c'è il Parco Avventura Chaberton, che propone varie attività come percorsi ad alta quota, arrampicate sugli alberi, ponti tibetani, tiro con l'arco, tappeti elastici, e molto altro.

Sestriere è ricca di alberghi e agriturismi aperti tutto l'anno, ma si trovano anche campeggi e aree sosta attrezzate per chi preferisce pernottare in camper.


Vista su Bardonecchia, Piemonte

Vista su Bardonecchia


Bardonecchia in camper

Bardonecchia è una rinomata località sciistica situata in alta Val Susa, raggiungibile comodamente con l'autostrada partendo da Torino, circa 90 km da Torino.

Offre molte cose da fare, soprattutto in inverno. L'attrattiva maggiore sono gli impianti sciistici, che contano oltre 100 km di piste innevate artificialmente dove praticare sci e snowboard. Inoltre, ci sono itinerari per escursioni con le ciaspole, percorsi per il trekking e il Nordic Walking.

Anche il paese di Bardonecchia merita una visita. Essendo antico è un borgo caratteristico, passeggiando per le vie del Borgovecchio, di possono vedere ancora le meridiane, o orologi solari, sui muri dei palazzi. La parte nuova invece, il “Borgonuovo”, è un centro turistico ricco di strutture di soggiorno e fornitissimo di tutti i servizi, ristoranti, bar, negozi, pasticcerie, locali.

Da vedere c'è il Forte Bramafam, l'antico castello che serviva a difendere la città e ora è trasformato in un museo; il Palazzo delle Feste, edificio in stile Liberty costruito ad inizio '900 per dare alla città un luogo dedicato agli spettacoli, manifestazioni, eventi musicali.



Scritto il 11 Febbraio 2020, da Elena Cressotti




Articoli che potrebbero interessarti




Campeggi e aree sosta a Torino e Piemonte

Club e Associazioni per camperisti: quali sono le tessere e i vantaggi

I club e le associazioni di camperisti sono nati come punti di incontro tra gli amanti della vacanza in movimento e del turismo all'aria aperta. Sono numerosi e rispondono alla necessità di riunirsi e associarsi con persone che condividono la stessa passione, scambiarsi consigli, trovare le informazioni sui programmi e i raduni, informazioni turistiche e indirizzi utili, ma anche esperienze, diari di viaggio e consigli tecnici. [...]


0119844520